Prenota

Chat

Presenti a Roma. Alti standard qualitativi


Implantologia Roma

Ultimo aggiornamento: 07 Novembre 2017

Il nostro centro di Roma del gruppo “Centri Implantologici Specializzati” è una moderna struttura situata in via Caio Mario 27, nei pressi della fermata metro Ottaviano. Presso questa struttura vengono offerte tecniche per l’Implantologia Dentale di ultimissima generazione che permettono di eseguire interventi non invasivi, rapidi e con risultati estetici ottimali.

Il nostro centro di Roma è uno dei pochi centri del centro-sud Italia che possiede direttamente al proprio interno modernissime apparecchiature computer-assististe di ultima generazione che permettono di eseguire l’inserimento di nuovi impianti dentali in modo sicuro, rapido e indolore grazie alla programmazione computer guidata dell’intervento. Queste tecnologie permetteranno di:

  • inserire gli impianti in modo totalmente sicuro ovvero esente da rischi;
  • essere sottoposti a interventi indolori grazie ad interventi realmente non invasivi;
  • progettare preventivamente tramite ricostruzione 3d la posizione esatta dove verranno inseriti i nuovi impianti dentali;
  • garantire una lunga durata dei nuovi impianti dentali;
  • ottenere un risultato estetico e funzionale di alto profilo;

Indirizzo e mappa del centro di implantologia CIS di Roma

Indirizzo: Via Caio Mario 27 – Roma – 00192

Come prenotare presso il centro di Roma

La prima visita è sempre GRATUITA

Prenotazioni tramite Numero Unico Nazionale


dal Lunedì al Sabato dalle ore 9:00 alle ore 18:00.

Logo Whatsapp

Oppure tramite numero WhatsApp allo 3668771864

Foto del centro di Implantologia di Roma

Cos’è l’Implantologia Dentale

L’ Implantologia Dentale è una tecnica clinica particolarmente diffusa nel campo dell’odontoiatria ed ha lo scopo principale di inserire nuovi denti ad un paziente che ne ha subito una perdita totale o parziale. In particolare, è la disciplina odontoiatrica che si occupa di ripristinare la funzionalità masticatoria nei pazienti edentuli (totalmente privi di denti) o parzialmente edentuli (singoli denti o gruppi di denti). L’implantologia prevede l’inserimento di viti in titanio chiamate fixtures nell’osso mandibolare o mascellare, su cui successivamente verranno costruite le protesi fisse.

L’Implantologia può essere eseguite con svariate tecniche più o meno moderne a seconda della specifica situazione clinica che il paziente presenta, quali ad esempio la tecnica flapless, carico immediato, all on six oppure all on four, tecnica con impianti zigomatici, ed altre ancora.

Esempio di Implantologia

Implantologia tradizionale: come si esegue

La prima fase per l’esecuzione dell’Implantologia è rappresentato da una approfondita valutazione diagnostica preliminare da parte del medico, tramite un colloquio iniziale e con l’utilizzo di un accurato esame radiologico tramite tac, oltre che con il ricorso ad una analisi della situazione clinica generale del paziente. Molto spesso risulta necessario anche il ricorso ad esami radiologici complementari per definire in maniera accurata ed inequivocabile lo situazione generale del paziente che si appresta a sottoporsi ad un trattamento di Implantologia.

Successivamente alla prima fase, si passa con l’esecuzione dell’implantologia vera e propria. La procedura consiste nell’inserire l’impianto dentale che costituirà la base su cui il dente artificiale si sorreggerà, direttamente all’interno dell’osso del paziente. Una volta che la procedura di inserimento dell’impianto dentale è terminata, si procederà con la copertura dello stesso tramite la gengiva precedentemente aperta. Infine, per completare il processo di Implantologia, verrà inserito sull’impianto una protesi temporanea utile per il tempo necessario per la guarigione post-Implantologia. Da questo momento in poi saranno necessari dai 3 ai 6 mesi di attesa per permettere una corretta guarigione dei tessuti oltre che una perfetta ostointegrazione dell’impianto dentale con l’osso del paziente. Utilizzando invece l’implantologia a carico immediato (vedi dopo), questi tempi saranno particolarmente ridotti.

Dopo il periodo di attesa necessario per la guarigione dei tessuti, si potrà procedere con la fase dell’Implantologia necessaria per inserire il nuovo dente, tecnicamente chiamato protesi dentale fissa. In questa fase, verrà inserito un pilastro sull’impianto dentale ormai completare integrato con l’osso del paziente. Sarà inoltre necessario prendere l’impronta dentale del paziente per permettere successivamente al laboratorio di creare in modo corretto la protesi dentale fissa. L’ultima fase dell’implantologia sarà quella di ancorare in modo definitivo la protesi dentale al pilastro precedentemente inserito. Per ulteriori informazioni sulle protesi dentale: Protesi Fissa, cos’è

Implantologia non invasiva: ecco i dettagli

Grazie alle recenti evoluzioni scientifiche e tecnologiche, ha sviluppato recentemente una serie di tecniche che permettono di eseguire l’inserimento di impianti dentali in maniera meno invasiva e fastidiosa per il paziente oltre che in totale sicurezza. Queste tecniche sono quotidianamente utilizzate presso il nostro centro di Implantologia a Roma.

L’implantologia eseguita con tecnica trans-mucosa, o anche detta tecnica Flapless (ovvero senza il taglio del lembo gengivale), è innanzitutto una tecnica per l’Implantologia che permette una guarigione particolarmente più veloce ed immediata rispetto all’Implantologia tradizionale. Tramite questa tecnica si eseguono dei fori direttamente sulla gengiva evitando quindi il taglio chirurgico del lembo gengivale. Questa modalità permette quindi di evitare l’esposizione verso l’esterno dell’osso del paziente, permettendo una guarigione molto rapida post-implantologia. Evita inoltre qualsiasi riassorbimento osseo che invece si sviluppa normalmente utilizzando l’implantologia tradizionale. L’implantologia trans-mucosa, in definitiva, permette di avere dei tempi di guarigione particolarmente ristretti. Per approfondimenti: Dopo quando il paziente può tornare a mangiare nell’implantologia transmucosa

Insieme all’implantologia eseguita con tecnica trans-mucosa (o Flapless), è stata introdotta da non molti anni l’Implantologia a carico immediato

Il nostro centro di Implantologia a Roma

All’interno della nostra struttura di Roma, sono presenti modernissime tecnologie medico-odontoiatriche sopratutto rivolte alla diagnostica per l’Implantologia Dentale. Tramite questa tipologia di diagnosi, la nostra equipe medica sarà in grado di stabile con estrema sicurezza e con l’ausilio di opportuni sistemi computerizzati, la programmazione dell’intervento implantologico al fine di ridurre pressoché allo zero il rischio di eventuali complicanze e permettere un ottimo risultato estetico e funzionale duraturo nel tempo. Sono inoltre presenti sofisticati sistemi diagnostici per le ortodopanoramiche digitali ad alta definizione.

Le nostre tecniche di implantologia mininvasiva

Presso il nostro centro di Implantologia a Roma è possibile sottoporsi a tecniche implantologiche minimamente invasive che permettono al paziente, qualora le condizione cliniche siano favorevoli per il ricorso a questa tipologia di metodologie, di evitare tagli o punti di sutura senza tra l’altro alcun trauma post-operatorio. Le tecniche utilizzate infatti sono molteplici e di recente studio, ad esempio:

  • Implantologia computer guidata, che permette una accurata ed approfondita progettazione computerizzata dell’intervento implantologica permettendo di sviluppare un’apposita “guida chirurgica” che permetterà di eseguire l’intervento in totale sicurezza e senza possibilità di errore umano, ottimizzando quindi i risulta funzionali ed estetici;
  • Implantologia con metodica flapless (o anche detta implantologia Transmucosa), metodica di implantologia che permette al chirurgo di ricorrere ad interventi tramite busturi con conseguente applicazione di punti di sutura ed evitando al paziente traumi, perdita di sangue o traumi post-operatori.
  • Implantologia Dentale a carico immediato, qualora le condizione generali del paziente potranno permetterlo sarà possibile ricorrere all’immediato inserimento delle protesi dentali sugli impianti appena inseriti (generalmente nella stessa seduta di inserimento degli impianti). Il carico immediato differisce dal carico differito che è generalmente utilizzata nell’implantologia tradizionale considerata invasiva.

Implantologia Computer Guidata

I nostri centri, compreso quello di Roma, sono dotati di innovative tecnologie avanzate per l’Implantologia mutuata dal mondo industriale e applicata in odontoiatria. Si parte da una tac tridimensionale, fino ad inserire gli impianti grazie ad una programmazione virtuale su computer. Questa tecnologia medica permette di operare con precisione e sicurezza massima in rapporto ai due elementi essenziali: l’osso disponibile e la protesi programmata; la protesi reale verrà inserita insieme agli impianti (carico immediato); quindi l’implantologo si avvale della doppia indicazione protesica e radiologica. Questa implantologia viene anche definita non chirurgica in quanto elimina il bisturi e l’ago per suture.

Vediamo in che consiste la tecnica Cad/Cam (o computer guidata).

  1. Diagnosi accurata prima del lavoro: condizioni dentali e occlusali, esigenze e desideri del paziente con una condivisione degli obiettivi.
  2. Impronte e registrazione occlusale e fotografie del cavo orale.
  3. Soluzione protesica dei denti da sostituire valutata in termini funzionali ed estetici.
  4. La ceratura verrà trasformata in guida radiologica con una tecnica a doppia scansione.
  5. Scansione con tac 3D (v foto) della guida radiologica che diventa virtuale insieme alla scansione tac; si procede poi al posizionamento virtuale degli impianti nel numero, forma e posizione ideale.

Figura 1

La sezione di sinistra della figura1 offre una versione dell’anatomia 3D dell’osso del paziente e della protesi programmata (ricordiamo che i parametri fondamentali per inserimento degli impianti sono quantità di osso e corrispondenza degli elementi protesici. Un analisi combinata dei due parametri garantirà un risultato estetico e funzionale ottimale). Nella sezione a destra si apprezza un analisi della densità ossea nella regione destinata ad accogliere l’impianto; questo dato ha una ricaduta operativa diretta. Dunque, le informazioni combinate sulla protesi pianificata e sui dati radiografici consentono di progettare la posizione ottimale dell’impianto.

Per ricapitolare, il processo decisionale del clinico oggi ha bisogno di integrare in maniera virtuale la pianificazione protesica con i dati radiografici (quantità e qualità di osso in regioni scheletriche circoscritte); tutto questo per soddisfare le esigenze meccaniche, funzionali ed estetiche del paziente. Quindi la pianificazione computer assistita permette di eseguire un trattamento con il minimo di invasività (senza lembo forando direttamente la gengiva), con il massimo dell’estetica e della funzione in quanto gli impianti sono inseriti perfettamente in corrispondenza degli elementi dentari nonché in una zona scheletrica di cui si conosce perfettamente l’anatomia e la densità ossea grazie all’apporto di dati conseguiti da rilevazioni radiografiche tac 3D.

Implantologia a carico immediato

Il carico immediato degli impianti dentali è una nuova opportunità dell’implantologia moderna nel nostro centro di Roma: si possono inserire contemporaneamente impianti ossei e protesi fisse (provvisori in resina) nella stessa seduta senza compromettere il lavoro del chirurgo. Il requisito base per poter effettuare un carico immediato è una stabilità elevata della vite nell’osso, stabilità primaria che si misura in 35 Newton di torque (la resistenza fisica all’avvitamento misurata con un dinamometro).

Il chirurgo e il protesista studieranno assieme la densità ossea nell’area dove inserire gli impianti e stabiliranno in partenza se e come impostare il carico immediato. E’ chiaro che per impianti anteriori (da premolare a premolare), ivi comprese le arcate edentule, si impone il carico immediato per lasciare il paziente a proprio agio. In casi simili, se l’osso non è abbastanza compatto, si metteranno in atto delle metodiche di compattazione ossea di cui parleremo meglio in seguito.

Implantologia Dentale All On Six

All on six é una metodica che riguarda l’arcata superiore e consiste in 4 impianti situati nell’osso al di sotto delle cavità nasali dove solitamente c’è osso a sufficienza e due impianti posti in obliquo per evitare le cavità del seno mascellare. Con 6 impianti cosí ideati si possono tranquillamente caricare 12 elementi protesici ceramici.

I vantaggi di questa metodica sono evidenti. Il primo è il risparmio di tempo, in oltre l’inserimento dell’impianto può essere risolto in una sola seduta, ottenendo in questo modo eccellenti risultati funzionali ed estetici. L’obbiettivo principale a favore del paziente è naturalmente quello di fornire denti belli e immediatamente efficienti. In termini clinici questo significa il posizionamento simultaneo di tutta la struttura dell’ impianto, cosa che lo studio ottiene grazie ad una metodica innovativa e collaudata.

Implantologia Dentale complessa

Nell’implantologia complessa servono alcune caratteristiche nel lavoro di equipe: una buona coordinazione tra chirurgo, protesista e laboratorio odontotecnico, applicazione delle ultime tecnologie e protocolli che consentono di inserire impianti anche in pazienti con un osso insufficiente. Prima di tutto è importante eseguire una implantologia computer guidata (con indicazioni tac e protesiche grazie alla progettazione simulata al computer dell’inserimento di impianti virtuali e di protesi virtuale). Spesso nella progettazione moderna si tende a usare impianti angolati che vanno a posizionarsi nelle parti più ricche di osso (nella tecnica all on four gli impianti distali sono tipicamente inclinati verso i versanti posteriori), Poi la tendenza recente è impiegare impianti corti fino a 7-8 millimetri per evitare sistematiche rigenerative che allungano il piano di trattamento e immettono fattori di rischio sul successo dell’innesto osseo.

Implantologia Dentale a carico immediato

Il carico immediato degli impianti dentali è una nuova opportunità dell’implantologia moderna utilizza di prassi presso i nostri centri Odontoiatrici: ove possibile, si potranno inserire contemporaneamente impianti ossei e protesi fisse (provvisori in resina) nella stessa seduta senza compromettere il lavoro del chirurgo. Il requisito base per poter effettuare un carico immediato è una stabilità elevata della vite nell’osso, stabilità primaria che si misura in 35 Newton di torque (la resistenza fisica all’avvitamento misurata con un dinamometro). Il carico immediato va programmato con uno studio approfondito dell’esame radiologico volumetrico (dentascan 3D).

L’Implantologia dentale funziona davvero?

Cinquanta anni di evoluzione hanno reso l’implantologia una disciplina di grande sicurezza ed efficacia. L’importante è stabilire le indicazioni: è il miglior sistema per sostituire un dente mancante (si sostituiscono tutte le componenti del dente senza toccare i denti vicini). Difficile è capire quando un dente “malmesso” debba essere sostituito con un impianto. I dentisti “vecchio stampo” considerano il dente naturale una risorsa da conservare a tutti i costi; quindi, finché si può, bisogna salvare il dente naturale. Si estrae il dente quando non si sono più le condizioni biologiche e bio-meccaniche per mantenere, negli anni, il dente stesso. Per fare le scelte giuste c’è necessità di una grande esperienza da parte del clinico, e grande pazienza da parte del paziente.

 

I Nostri Centri

Per prenotazioni esami o visite presso uno dei centri o per richiedere maggiori informazioni, contatta la Segreteria Unica al numero 08.631.950.021 dal lunedì al sabato dalle ore 9:00 alle ore 18:00.